Passa ai contenuti principali

DETOX del corpo della mente e dello spirito



DETOX... è una pratica di cui si legge quotidianamente sui media e sui social, infatti è un argomento di fondamentale importanza per la salute e il benessere dell'individuo; purtroppo ancora sottovalutata e poco praticata. Eppure basta davvero poco per introdurre nella propria quotidianità semplici pratiche e abitudini che sono di grande beneficio per il tuo benessere e la qualità di vita.
Il tema di oggi è ideale per far confluire in un unico articolo le diverse competenze sviluppate in oltre 30 anni di lavoro in relazione d’aiuto con le persone. Il mio percorso formativo si è sviluppato di pari passo con la ricerca del mio benessere personale; basato su un approccio olistico della persona che tiene conto contemporaneamente di tutte le dimensioni dell’essere: fisico, emotivo, mentale e spirituale.
La scelta dell’immagine che accompagna questo articolo non è casuale bensì creata appositamente per mettere in evidenza le varie dimensioni del benessere individuale.
Fatta questa premessa andiamo a capire cosa sono le tossine e quali tipi di tossine si creano quotidianamente nel nostro organismo, per poi scoprire assieme quali sono i piccoli benefici gesti che possiamo tutti introdurre nella nostra quotidianità per favorire e mantenere il nostro benessere.



COSA SONO LE TOSSINE?
Le tossine sono delle sostanze che ogni organismo vivente produce e che possono essere dannose; quotidianamente il nostro corpo produce una serie di tossine, i cataboliti, che derivano dai vari processi fisiologici finalizzati al buon funzionamento del nostro organismo; ad esempio la trasformazione del cibo in sostanze nutritive, la trasformazione dell’ossigeno e degli zuccheri in energia, i processi di trasformazione del fegato, ecc.
Queste sostanze, che derivano dal normale funzionamento del nostro corpo, devono essere eliminate costantemente per evitare che si accumulino nei tessuti. Il nostro organismo prevede sistemi di drenaggio e detossinanti, ma spesso il nostro stile di vita ci porta a produrre un carico di tossine superiore alle capacità di smaltimento del nostro organismo, risultato? Le tossine si accumulano nei tessuti del nostro corpo andando a sovraccaricare gli organi emuntori e quindi comprometterne il normale funzionamento. Gli organi emuntori hanno il compito di elaborare le sostanze e drenarle affinché possano essere eliminate, quali sono questi organi?


GLI ORGANI EMUNTORI
In primis il fegato che è il nostro laboratorio chimico di trasformazione, raccoglie le sostanze assorbite dall’intestino e ha il compito di elaborarle attraverso processi chimici per renderle disponibili e utilizzabili per i numerosi processi fisiologici del nostro organismo. Le sostanze di scarto che derivano da questa trasformazione sono poi eliminate attraverso il circolo sanguigno e la bile, che viene riversata nell’intestino. L’intestino è un altro organo emuntore che ci permette di eliminare le sostanze di scarto non digerite del cibo ingerito.
Altro organo importante sono i reni, che ogni giorno filtrano circa 180 litri di plasma e durante questo processo trattengono le tossine per eliminarle attraverso le urine.
Attraverso la respirazione, i polmoni si incaricano di eliminare le tossine gassose . Infine abbiamo la pelle che grazie alla traspirazione permette di eliminare sostanze di scarto.
Ma se abbiamo tutti questi meccanismi per detossificare il nostro organismo, dove sta il problema?


PERCHÉ È UTILE E NECESSARIO APPLICARE REGOLARMENTE PRATICHE DETOSSINANTI?
La capacità di eliminazione delle tossine del nostro organismo non è illimitata, questo porta ogni giorno ad avere un carico di tossine che restano nel nostro corpo e vengono “stoccate” nei tessuti, in particolare nei tessuti adiposi, nel liquido extracellulare, nelle articolazioni creando così stati di infiammazione che si manifestano con dolori e disturbi vari. Per usare una metafora, è come se produciamo tre sacchi di immondizia ogni settimana ma ne portiamo via solo due, con il tempo i sacchi si accumulano nella nostra cucina, ostacolando e limitando lo svolgimento delle normali mansioni e rendendo l’ambiente poco gradevole e accogliente.
Oltre alle tossine fisiche, esistono anche le tossine mentali ed emozionali che hanno un notevole influsso sul nostro organismo, vediamo ora assieme…

QUALI SONO LE CAUSE E LE FONTI DI TOSSINE?
Senza entrare in dettagli troppo tecnici, vediamo quali sono le situazioni di vita quotidiana che creano tossine nel nostro organismo. Innanzi tutto distinguiamo due grandi categorie, quelle endogene, prodotte dal normale funzionamento dell’organismo, e quelle esogene, derivanti cioè dalle nostre scelte di stile di vita


Alimentazione: il cibo che ingeriamo ogni giorno, anche quello più sano, ha sempre delle sostanze di scarto che il corpo deve eliminare. Se la nostra alimentazione è basata soprattutto su cibi freschi, semplici e naturali il cibo ha un alto contenuto di nutrienti con un minimo di sostanze di scarto che vengo elaborate ed eliminate dal nostro organismo. Un’alimentazione sofisticata o a base di cibi industriali o poco salutari, va a sovraccaricare l’organismo che per poter far fronte al carico di tossine deve lavorare maggiormente, questa è una delle con-cause della stanchezza cronica e dell’affaticamento. Infatti i meccanismi di “pulizia” avvengono principalmente nelle ore notturne, quando la persona è a riposo e le risorse dell’organismo posso essere utilizzate per i processi di eliminazione; si comprende facilmente che se l’organismo ha necessità di eliminare, l’individuo sente la stanchezza e si mette a riposo per avere le risorse disponibili ad effettuare le pulizie quotidiane. Ma è sempre così? Siamo in grado di ascoltare e assecondare le necessità del nostro organismo? Oppure ci sono fattori che interferiscono?

Lo stress: ancora con questo stress? Che stress! Si infatti se ne sente parlare ovunque e sempre in termini negativi, in realtà lo stress è la capacità del nostro organismo a reagire in situazioni di emergenza, quello che viene chiamato eu-stress; un meccanismo del tutto funzionale e utile all’individuo per far fronte a situazioni di pericolo in cui si attivano i meccanismi di sopravvivenza, in particolare si innescano meccanismi di rilascio ormonale da parte delle ghiandole surrenali. Questi ormoni, una volta svolta la loro funzione di attivazione, lasciano delle sostanze di scarto che vanno eliminate. Se l’attivazione di questi meccanismi avviene effettivamente solo nelle situazioni di reale pericolo, il nostro organismo ha la capacità di riportare tutto in equilibrio. Quello che invece risulta dannoso è il dis-stress; cioè il sentimento costante di vivere situazioni di emergenza e pericolo, induce l’organismo ad attivare i processi di attivazione e quindi a generare tossine fisiologiche che hanno un’origine psicologica. Il nostro cervello, infatti, non distingue le informazioni che arrivano da una realtà oggettiva, da quelle frutto della nostra immaginazione; in entrambe i casi reagisce innescando meccanismi fisiologici di rilascio ormonale. Vivere costantemente con pensieri negativi porta a produrre “tossine emozionali” che hanno un loro impatto negativo anche sull’organismo.

Inquinamento ambientale: su questo tema non spendo troppe parole visto che è per tutti evidente che la qualità dell’aria che respiriamo determina l’introduzione nel nostro organismo di sostanze che vanno poi eliminate. Ma anche il pulviscolo e le particelle sospese nell’aria si depositano sulla nostra pelle e possono essere assorbite ed entrare nel nostro organismo. Particolare attenzione va data alla scelta dei prodotti cosmetici usati quotidianamente per la cura del corpo. La presenza di conservanti e additivi, costantemente spalmati sulla pelle, può con il tempo portare ad un accumulo di tossine nei tessuti e “asfissiare” la pelle; considerando la funzione di depurazione di questo organo ma anche di veicolo nel sangue risulta evidente come prendersi cura in maniera ottimale di questo organo sia di vitale importanza.
In questa categoria rientra anche l’inquinamento da onde elettromagnetiche a cui dedicherò un articolo a parte.

Abitudini e stile di vita: in questo capitolo possiamo mettere, oltre alle scelte alimentari di cui abbiamo già parlato, anche la qualità del sonno, un sonno superficiale o di poche ore influisce sulla qualità del drenaggio fisiologico dell’organismo. Il fumo,  attivo ma anche passivo, aumenta notevolmente il carico di sostanze tossiche che il corpo deve gestire ed elaborare. Ci sarebbe molto da dire a questo proposito ma mi riservo di affrontare il tema in un articolo a parte.

COSA POSSIAMO FARE PER AIUTARE IL NOSTRO ORGANISMO A LIBERARSI DALLE TOSSINE?
Molto, e in maniera semplice. Prendendo consapevolezza di quanto sia importante per il nostro benessere e la nostra salute mantenere il nostro organismo pulito, così come manteniamo pulito il nostro ambiente esterno curando la pulizia della nostra casa, è importante mantenere pulito anche il nostro ambiente “interno”. Come?
Possiamo agire su due fronti, il primo evitare di introdurre tossine, o quanto meno limitarle; dall’altro con delle pratiche di pulizia quotidiane che favoriscono lo smaltimento dei “rifiuti”.

Curare l’alimentazione: scegliere in prevalenza cibi freschi, poco elaborati, in particolare di origine vegetale. Eliminare o ridurre al minimo, tutti i cibi industriali che contengono additivi e conservanti del tutto inutili al nostro organismo ma che generano un carico considerevole di tossine. Mangiare lentamente e masticando bene, questo aiuta a sentire il senso di sazietà ed evita di ingerire più cibo di quanto sia realmente necessario. La sera cenare presto, entro le 19.00, con un pasto leggero in modo da aver digerito prima di coricarsi.
È anche utile, un giorno a settimana fare un semi digiuno, mangiare durante la giornata prevalentemente verdura cotta e cruda e frutta, la sera cenare presto con una minestra di verdure. In alternativa una giornata a base di estratti freschi di verdura e frutta permette all’organismo di fare una pausa e rigenerarsi.


Favorire il drenaggio: bere a sufficienza acqua, regolarmente nell’arco della giornata, anche tisane tiepide depurative sono utili a dare supporto all’organismo. È importante introdurre liquidi a sufficienza per drenare e diluire le tossine presenti nell’organismo.
A questo proposito può essere un valido aiuto l’assunzione a intervalli ciclici di prodotti naturali che stimolano le funzioni drenanti, come ad esempio DEA uno shot a base di estratti di erbe, da bere diluito in 7,5 decilitri di acqua nel corso della giornata scopri  qui il prodotto, oppure BALANCING a base di estratti vegetali che favorisce il riequilibrio acido-basico dell'organismo e aiuta ad eliminare l'iperacidità, da assumere diluito in uno shaker di acqua scopri qui il prodotto.


La sedentarietà favorisce il ristagno linfatico e circolatorio, e quindi anche la stasi delle tossine, fare del movimento regolarmente, un’ora di sport 2-3 volte a settimana è l’ideale, ma anche 15-20 minuti di movimento al giorno sono sufficienti… e non ditemi che “Non ho tempo”, infatti basta sfruttare tutte le occasioni quotidiane che abbiamo per fare movimento: prendere le scale invece dell’ascensore, andare al lavoro a piedi, oppure scendere ad una fermata prima dal bus e fare un tratto a piedi.
Brevi passeggiate quotidiane in luoghi verdeggianti portando consapevolezza sul respiro, permettono di ossigenare l’intero organismo. Attraverso il respiro consapevole non solo possiamo apportare aria fresca e benefica, ma anche calmare la mente e godere della calma e della bellezza della natura.


Pulizia mentale: pensieri negativi ed emozioni depotenzianti sono una fonte di stress e quindi di tossine emozionali, che, come abbiamo visto, scatenano il rilascio di ormoni che devono essere metabolizzati e eliminati. Una buona abitudine è quella di iniziare la giornata con una visualizzazione positiva, immagina lo svolgimento della tua giornata, visualizzando i vari momenti, vediti svolgere i gesti quotidiani in armonia e nel miglior modo possibile, questo ti permette di affrontare il nuovo giorno con positività. Se sai di dover affrontare una situazione “difficile” immaginala nella sua versione migliore, questo ti prepara ad affrontarla con fiducia e ben predisposto.

La sera prima di addormentarti rivedi il “film” della giornata appena trascorsa, ponendo la tua attenzione su tutte le piccole cose positive che hai vissuto e ringraziando. Se hai avuto una giornata pesante e faticosa, immagina di prendere dalla tua mente tutte le situazioni rimaste in sospeso e riponile in una cesta fuori dalla tua stanza, in modo da liberare la testa e prepararti per un sonno ristoratore.


Diventa consapevole delle tue emozioni depotenzianti: tutti quanti ci troviamo a vivere situazioni che fanno sorgere in noi emozioni “negative”, depotenzianti. Fingere che non esistano può apparentemente sembrare una buona soluzione, ma alla lunga le emozioni non espresse consapevolmente, finiscono per manifestarsi con sintomi e malesseri. Impara ad accogliere e accettare anche le emozioni considerate “negative”, guardarle e comprenderle permette di attenuarle e lasciarle andare. Una bella chiacchierata con una persona di fiducia può essere un valido aiuto per liberarsi di queste emozioni. Attenzione però a non prendere le persone che ti stanno accanto come “discarica” delle tue emozioni, se vivi situazioni di difficoltà emozionale chiedi aiuto ad una persona competente che possa aiutarti a sviluppare strategie e strumenti per elaborarle.
A tale propostito leggi anche:

Igiene personale e riposo: sembra banale, ma non lo è! L’igiene quotidiana della pelle aiuta ad eliminare sia le sostanze presenti nel nostro ambiente che si sono depositate nel corso della giornata, sia le sostanze eliminate tramite la traspirazione. Importante limitare l’uso di prodotti aggressivi e inquinanti e optare per prodotti naturali e privi di sostanze tossiche. Non sempre è facile riconoscere i prodotti veramente naturali, fondamentale  è saper leggere le etichette e scegliere considerando anche l'impatto ambientale dei prodotti. Personalmente raccomando questa linea di prodotti freschi e naturali


Ringana produce cosmesi 100% fresca e naturale basandosi su
una filosofia 100% etica e coerente - scopri QUI la sua freschezza


Spazzolare la pelle ogni mattina e praticare la sauna regolarmente aiutano a mantenere efficace questo prezioso organo emuntore.
Infine, ma non da ultimo, dedicare sufficiente tempo al riposo, per dare modo al nostro organismo di depurarsi regolarmente e mantenersi sano e in salute.


Rossella Schneiter-Malpangotti
Naturopata Psicopedagogista e Consulente di Metamedicina 

Spazio Erbaluce - via Terricciuole 31 - Cugnasco
visita il sito - pagina facebook 

Se questo articolo ti è piaciuto lo puoi condividere e commentare. Per ricevere una notifica alla pubblicazione del prossimo articolo ti puoi iscrivere e seguire il nostro blog - GRAZIE!


Copyright by RossellaErbaluce - Riproduzione parziale permessa unicamente con citazione della fonte!



Commenti

i temi più apprezzati

Scopri il seminario di Liberazione della Memoria Emozionale

Scopri che cosa ti offre il seminario di Liberazione della Memoria Emozionale!





Per informazioni scrivimi oppure visita il mio sito www.erbaluce.ch Altre date e lughi dei prossimi seminari

Rossella Schneiter-Malpangotti - Consulente e Animatrice di Metamedicina Naturopata e Psicopedagogista - www.erbaluce.ch - metamedicina@erbaluce.ch

Seguici anche sulla  nostra pagina Facebook  Metamedicina di Claudia Rainville Svizzera Italiana


Scopri di più sulla Metamedicina con i libri di Claudia Ranville

Se questo articolo ti è piaciuto lo puoi condividere e commentare. Per ricevere una notifica alla pubblicazione del prossimo articolo ti puoi iscrivere e seguire il nostro blog - GRAZIE!
Copyright by RossellaErbaluce - Riproduzione parziale permessa unicamente con citazione della fonte!

Ma cosa è la Metamedicina?

scopri e ordina i libri di Metamedicina su Il Giardino dei Libri

A volte mi capita di incontrare amici di lunga data e iniziamo a parlare della nostra vita, quando dico che mi occupo di Metamedicina immancabilmente mi chiedono "Rossella ma cosa è la Metamedicina?". Ringrazio queste persone e mi avventuro nell'esporre quali sono le peculiarità di questo approccio che per me ha significato una svolta nella mia vita! Il mio intento è di definire la Metamedicina e differenziarla da altri approcci per meglio identificarla, sia nei contenuti teorici che nelle modalità di applicazione. Personalmente trovo che il modo migliore di spiegare le cose è raccontarle attraverso le esperienze vissute; e questa è la mia storia con la Metamedicina. Il primo incontro con la Metamedicina è stato nel 2003, ero una giovane madre di due bambini piccoli e cercavo di sopravvivere, eh sì, ora lo riconosco! In quel periodo tutto mi appariva difficile, passavo la giornata ad affannarmi e a fare del mio…

Naturopatia, ma che cosa è?

Molte persone quando si rivolgono a me per un consulto, sono state consigliate da una conoscente che ha seguito un trattamento o un percorso presso Spazio Erbaluce traendone beneficio.

I motivi per cui scelgono una via "alternativa" alla medicina classica sono molteplici, a volte sono scelte consapevoli, altre sono semplicemente in reazione a qualcosa che non vogliono, ma senza sapere bene che cosa troveranno. Quando arrivano nel mio studio spesso hanno le idee confuse e sono alla ricerca di qualcuno che le possa "guarire" ma "senza usare medicamenti chimici", con terapie naturali. L'approccio con cui consultano un naturopata non è diverso da quello con cui si rivolgono ad un medico classico, semplicemente chiedono di "essere guariti" usando un rimedio estratto dalla natura invece che sintetizzato in un laboratorio farmaceutico. In realtà un naturopata è una figura con un profilo che van ben oltre il semplice atto di prescrivere un rimedio…

Che cosa succede quando liberi la Memoria Emozionale dalle equazioni depotenzianti

Chi non si è mai trovato a vivere difficoltà nella vita?
Chi non si è mai trovato a credere di non farcela?
Quante volte paure, dubbi, sensi di colpa o vergogna ci fanno rinunciare ai nostri sogni o ci impediscono di uscire da una situazione che per noi è depotenziante?
Ci sono possibilità per cambiare tutto questo?

Scopri in questo video che cosa ti offre il seminario di Liberazione della Memoria Emozionale

Per informazioni scrivimi oppure visita il mio sito www.erbaluce.ch Altre date e lughi dei prossimi seminari

Rossella Schneiter-Malpangotti - Consulente e Animatrice di Metamedicina Naturopata e Psicopedagogista - www.erbaluce.ch - metamedicina@erbaluce.ch

Seguici anche sulla  nostra pagina Facebook  Metamedicina di Claudia Rainville Svizzera Italiana
Scopri di più sulla Metamedicina con i libri di Claudia Rainville

Se questo articolo ti è piaciuto lo puoi condividere e commentare. Per ricevere una notifica alla pubblicazione del prossimo articolo ti puoi iscrivere e seguire il nostr…

Metamedicina - Memoria Emozionale: come si creano le dinamiche depotenzianti

Un progetto che non decolla, relazioni disastrose che si ripetono in sequenza, difficoltà a credere nella vita, disturbi dell'umore e sintomi fisici. Dove hanno origine i nostri malesseri? Spesso siamo propensi a cercare la causa fuori o attorno a noi, la sfortuna, il caratteraccio del vicino o del capo-ufficio; uomini o donne sbagliate, fragilità costituzionale, e così andiamo alla ricerca di qualcosa che possa giustificare il nostro problema. Ma poi come ci sentiamo? Se ci va bene possiamo cambiare casa, lavoro, città compagno di vita; per trovarci poi dopo un po' di tempo a rivivere le stesse dinamiche, le stesse difficoltà, gli stessi sintomi che si cronicizzano. E allora finiamo per credere di essere davvero sfortunati; sentiamo dentro un gran senso di frustrazione, tristezza, rabbia; che ci porta a vivere una vita infelice, insoddisfatti, in poche parole a tirare avanti, a sopravvivere con la speranza di un domani migliore. Ma è proprio vero che si tratta solo di sfortu…

Perché è utile camminare a piedi nudi nella natura

Una bella domenica di inizio aprile, il sole riscalda l'aria e accende la voglia di uscire nella natura.
Inforchiamo la bicicletta e via sulla ciclopista direzione Bellinzona.

Pedalando arriviamo fino ai piedi di CastelGrande a Bellinzona e cogliamo l'occasione per salire e sperimentare il percorso sensoriale a piedi nudi.


La cornice è quella un po' magica del Castello e il luogo è visitato da numerose famiglie con bambini
alcuni più grandicelli altri più piccoli, ma l'esperienza del percorso sensoriale è sicuramente molto valida anche per noi adulti.



Via le scarpe...  si parte a sperimentare!


Al di là del momento piacevole in famiglia quali sono per il benessere e la salute, i vantaggi di camminare a piedi scalzi?
Sicuramente sono numerosi, e spesso sottovalutati o addirittura c'è chi "demonizza" il camminare scalzo. Chi non si è mai sentito dire da piccolo "Metti le pantofole ai piedi" oppure "Non camminare a piedi nudi in strada che è a…