Passa ai contenuti principali

Post

il tema della settimana

Ti racconto una storia: IL FARDELLO

IL FARDELLO Amelia è una bimba di 8 anni, vive felice con i suoi genitori e attorno a sé ha molti amici con cui ama passare le sue giornate, è una bimba apprezzata e sa farsi voler bene. È figlia unica e i genitori la amano moltissimo. Un giorno, mentre rientra a casa, Amelia vede suo papà in lontananza, sta per corrergli incontro ma si ferma quando vede una donna elegante avvicinarsi a suo padre e… prenderlo teneramente tra le braccia. Amelia rimane pietrificata! Che cosa sta succedendo? Chi è quella donna che abbraccia il suo papà? E Mamma? Amelia è molto affezionata al padre, si sente davvero a disagio e non sa che fare. Si chiude nel silenzio e osserva, solo allora si rende conto che il papà è spesso lontano per lavoro e lei resta sempre più spesso a casa sola con mamma; in quei momenti la osserva silenziosa da lontano, non può fare a meno di scorgere la tristezza negli occhi di sua madre. Così prende il coraggio e una sera, mentre è a casa sola con lei, le racconta quello che avev…
Post recenti

TI RACCONTO UNA STORIA

Ti racconto una storia... la nuova rubrica in cui puoi trovare te stesso! In questa rubrica voglio condividere con te ciò che ho imparato grazie alla Metamedicina. Ti voglio raccontare come grazie a questo percorso ho potuto dare una nuova Luce alla mia vita e a quella delle persone che mi stanno accanto. Il mio intento è quello di parlare di storie, di storie vere, di vita vissuta, di storie a lieto fine, come quelle che ci raccontavano da piccoli. Ti ricordi come riuscivi ad immedesimarti nei personaggi e a vivere le loro stesse emozioni? Anche nelle mie storie ti parlo di emozioni, di sentimenti, di difficoltà e di modi per superarle. Affinché tu possa ri-trovare la gioia e la spensieratezza di quando eri bambino, anzi affinché tu possa ri-trovare il tuo bambino interiore, la tua parte più spontanea e vitale e diventarne il padre rassicurante e la madre accogliente.  Sei curioso di scoprire la prima storia? Segui il nostro blog!
spazio benessere&natura Buona Lettura

Perché è utile camminare a piedi nudi nella natura

Una bella domenica di inizio aprile, il sole riscalda l'aria e accende la voglia di uscire nella natura.
Inforchiamo la bicicletta e via sulla ciclopista direzione Bellinzona.

Pedalando arriviamo fino ai piedi di CastelGrande a Bellinzona e cogliamo l'occasione per salire e sperimentare il percorso sensoriale a piedi nudi.


La cornice è quella un po' magica del Castello e il luogo è visitato da numerose famiglie con bambini
alcuni più grandicelli altri più piccoli, ma l'esperienza del percorso sensoriale è sicuramente molto valida anche per noi adulti.



Via le scarpe...  si parte a sperimentare!


Al di là del momento piacevole in famiglia quali sono per il benessere e la salute, i vantaggi di camminare a piedi scalzi?
Sicuramente sono numerosi, e spesso sottovalutati o addirittura c'è chi "demonizza" il camminare scalzo. Chi non si è mai sentito dire da piccolo "Metti le pantofole ai piedi" oppure "Non camminare a piedi nudi in strada che è a…

Scopri il seminario di Liberazione della Memoria Emozionale

Scopri che cosa ti offre il seminario di Liberazione della Memoria Emozionale!





Per informazioni scrivimi oppure visita il mio sito www.erbaluce.ch Altre date e lughi dei prossimi seminari

Rossella Schneiter-Malpangotti - Consulente e Animatrice di Metamedicina Naturopata e Psicopedagogista - www.erbaluce.ch - metamedicina@erbaluce.ch

Seguici anche sulla  nostra pagina Facebook  Metamedicina di Claudia Rainville Svizzera Italiana


Scopri di più sulla Metamedicina con i libri di Claudia Ranville

Se questo articolo ti è piaciuto lo puoi condividere e commentare. Per ricevere una notifica alla pubblicazione del prossimo articolo ti puoi iscrivere e seguire il nostro blog - GRAZIE!
Copyright by RossellaErbaluce - Riproduzione parziale permessa unicamente con citazione della fonte!

Che cosa succede quando liberi la Memoria Emozionale dalle equazioni depotenzianti

Chi non si è mai trovato a vivere difficoltà nella vita?
Chi non si è mai trovato a credere di non farcela?
Quante volte paure, dubbi, sensi di colpa o vergogna ci fanno rinunciare ai nostri sogni o ci impediscono di uscire da una situazione che per noi è depotenziante?
Ci sono possibilità per cambiare tutto questo?

Scopri in questo video che cosa ti offre il seminario di Liberazione della Memoria Emozionale

Per informazioni scrivimi oppure visita il mio sito www.erbaluce.ch Altre date e lughi dei prossimi seminari

Rossella Schneiter-Malpangotti - Consulente e Animatrice di Metamedicina Naturopata e Psicopedagogista - www.erbaluce.ch - metamedicina@erbaluce.ch

Seguici anche sulla  nostra pagina Facebook  Metamedicina di Claudia Rainville Svizzera Italiana
Scopri di più sulla Metamedicina con i libri di Claudia Rainville

Se questo articolo ti è piaciuto lo puoi condividere e commentare. Per ricevere una notifica alla pubblicazione del prossimo articolo ti puoi iscrivere e seguire il nostr…

Metamedicina - Memoria Emozionale: come si creano le dinamiche depotenzianti

Un progetto che non decolla, relazioni disastrose che si ripetono in sequenza, difficoltà a credere nella vita, disturbi dell'umore e sintomi fisici. Dove hanno origine i nostri malesseri? Spesso siamo propensi a cercare la causa fuori o attorno a noi, la sfortuna, il caratteraccio del vicino o del capo-ufficio; uomini o donne sbagliate, fragilità costituzionale, e così andiamo alla ricerca di qualcosa che possa giustificare il nostro problema. Ma poi come ci sentiamo? Se ci va bene possiamo cambiare casa, lavoro, città compagno di vita; per trovarci poi dopo un po' di tempo a rivivere le stesse dinamiche, le stesse difficoltà, gli stessi sintomi che si cronicizzano. E allora finiamo per credere di essere davvero sfortunati; sentiamo dentro un gran senso di frustrazione, tristezza, rabbia; che ci porta a vivere una vita infelice, insoddisfatti, in poche parole a tirare avanti, a sopravvivere con la speranza di un domani migliore. Ma è proprio vero che si tratta solo di sfortu…

Perchè ho scelto RINGANA

Buongiorno, oggi ti voglio raccontare una storia, una storia che ha dato un’impronta verde alla mia vita, una storia che può anche diventare la tua…. Sei curioso di conoscerla? Eccola

La storia inizia alla fine del 2013, con una telefonata di una persona che conoscevo solo di vista, mi propone di fare una presentazione presso Spazio Erbaluce, il centro olistico che coordino, di una linea di prodotti meravigliosa, dice. Il mio primo pensiero è stato, “Eccone un’altra che ti vuol far credere che i suoi prodotti sono i migliori, ma poi quando vai a vedere ti accorgi che qualche sostanza poco raccomandabile la contiene”. Con questo pensiero nella testa, (possiamo anche di re pregiudizio?) stavo per rispondere di “No”, stavo per perdere un’opportunità che solo a distanza di tempo sono stata in grado di capire e apprezzare.

Quel giorno ho detto “Ni”, non ho sentito subito lo slancio a dire “SÌ CHE BELLO”, la mia prudenza e un pizzico di diffidenza, mi spingevano a dire “Ma dai lascia per…